Si è sviluppata lungo la costa, attorno alla Torre del XVI secolo, nei luoghi dove sorgeva la colonia romana di Sacrata, ed è oggi una prospera e ben attrezzata località balneare.

La Torre è quanto resta di un’antica fortezza che aveva il compito di proteggere il territorio dalle scorribande piratesche e segnalare il pericolo agli abitanti.

È stata più volte ristrutturata. A destra della Torre si trova la chiesa di Sant’Anna, d’imitazione romanico-gotica, con all’interno una interessante tela della seconda metà del XVII secolo, raffigurante ‘La Vergine, il Bambino e i Santi Gioacchino ed Anna’.

La località offre al turista che ama la cultura, ma anche il mare, con spiagge in; prevalenza sabbiose, strutture moderne e capaci di soddisfare tutte le esigenze, come la passeggiata a mare, con la possibilità di raggiungere in poco tempo tutte le principali città della Provincia e della Regione.

La cittadina ha oggi un ruolo importante nell’ambito dell’assistenza a persone che abbiano un qualche handicap fisico.

La presenza dell’Istituto di Riabilitazione Santo Stefano, famoso in tutta Italia e dotato di attrezzature e macchinari all’avanguardia, e un’oculata politica urbanistica, hanno fatto sì che tutto il territorio offra al disabile ciò di cui può avere bisogno, grazie anche alla presenza di strutture, giardini e spiagge ben organizzate, prive di barriere architettoniche.

A luglio vi si svolge la tradizionale festa di Sant’Anna, i cui festeggiamenti durano diversi giorni, tra celebrazioni religiose e spettacolari manifestazioni civili.

Il culmine della festa è rappresentato dai fuochi d’artificio sul mare, spettacolo pirotecnico notturno di altissima qualità che richiama turisti da tutta la costa e dall’entroterra.