Porta Galiziano

Il nome della porta sembra derivi da un rivo o fosso così denominato, sul cui corso è stata costruita l’omonima fonte, utilizzata nel secoli passati come lavatoio e per abbeverarvi uomini e bestiame.

Il 13 agosto 1365, il Consiglio Comunale discute intorno ad una casa privata sita fuori di "Porta Galazzano", che - come noto - si trova nella parte sud-ovest della "Terra". Quella menzionata nel documento non doveva essere però nel luogo dove si trova l'attuale, costruita invece più tardi, tra la fine del Trecento e gli inizi del secolo seguente, quando viene allargata la cinta muraria cittadina, includendovi un consistente gruppo di case denominato borgo del quartiere di S. Pietro (a sud-ovest della "Terra"), più tardi di "Galazzano" e, in tempi più recenti, di "Galiziano". Il nome della porta sembra derivi da un rivo o fosso così denominato, sul cui corso è stata costruita l'omonima fonte, utilizzata nel secoli passati come lavatoio e per abbeverarvi uomini e bestiame. La porta, in realtà una costruzione che ospitava il corpo di guardia, si apriva tanto verso l'interno della "Terra" quanto verso la campagna. Essa ha subìto varie ristrutturazioni; documentate sono quelle del 1566-72 nonché del 1775, è rifatta la facciata esterna secondo il gusto neoclassico, e si sono aggiunti, alla sommità, dei pinnacoli come mostrano le prime raffigurazione del manufatto risalenti agli anni 1816-18. Nel 1894 si è intervenuti sulla porta per un restauro.

Informazioni

Nome della tabella
Indirizzo Porta Galiziano, Circonvallazione Le Grazie
Costruzione 1775

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Potenza Picena dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali