4° itinerario: bellezze storico-artistiche della Provincia di Macerata (6 giorni)

L’itinerario ha lo scopo di far conoscere le bellezze storico-artistiche della Provincia di Macerata: Potenza Picena; Macerata; Camerino; un tour della abbazie del Maceratese; Recanati; San Severino Marche.

comune

Il Palazzo Comunale

1°Giorno:

Mattina visita di Potenza Picena: la centrale Piazza Matteotti e gli edifici che la circondano; la chiesa di San Francesco di origini duecentesche e l’adiacente edificio che ospita la Biblioteca Comunale (Via Trento,3; orari: Lunedì 17-20; dal Mercoledì al Sabato 16-20; chiuso il Martedì; tel. 0733-671963), l’Archivio storico (Via Trento,3; orari: Mercoledì 16-19,30; Sabato 17-20; chiuso gli altri giorni; tel. 0733-671963) e la pinacoteca civica (Via Trento,3; orari. Mercoledì 16-19; Sabato 18-19,30; chiuso gli altri giorni; tel. 0733-671963). Pranzo.

Pomeriggio visita della Villa Buonaccorsi di origini cinquecentesche.

macerata

Macerata: Basilica della Misericordia

2°Giorno:

Macerata, capoluogo di provincia e centro di interesse storico e artistico, ricco soprattutto di monumenti rinascimentali e barocchi.

Mattina visita dell’arena Sferisterio del sec.XIX, edificio imponente ed unico nel suo genere in stile neoclassico, simbolo e vanto della città che ogni anno, dal 15 Luglio al 15 Agosto, ospita una importantissima stagione lirica (per la visita rivolgersi alla biglietteria; tel. 0733-230735). Visita del Museo civico, della Pinacoteca (Piazza Vittorio Veneto; orari: 9-13 e 16-19,30; chiuso Domenica e Lunedì mattina; tel. 0733-256361), del Museo marchigiano del Risorgimento e del Museo della Carrozza; quest’ultima con raccolta di esemplari di vario tipo ed epoca. Pranzo.

Pomeriggio visita del teatro “Lauro Rossi”, del sec.XVIII, che ospita un’elegante sala a tre ordini di palchi che recenti restauri hanno riportato alle originarie fattezze settecentesche. Il teatro e la Loggia dei Mercanti si trovano in Piazza della Libertà; il Duomo e la Basilica della Misericordia su disegno del Vanvitelli.

boh2

il Duomo

Camerino, centro di interesse storico-artistico. Fu una delle più importanti città delle Marche fin dal periodo romano, poi nel Medioevo e nel Rinascimento. E’ sede di antica università degli studi.

Mattina visita dell’armoniosa Piazza Cavour, di carattere tardo rinascimentale; il Duomo con facciata a porticato e grande interno a tre navate. Pranzo.

Pomeriggio visita del Palazzo Arcivescovile, con una notevole raccolta di sculture, argenterie, ceramiche, arredi sacri e dipinti (attualmente chiuso, tel. 0733-630400); il Palazzo Ducale con il cortile e il portico del XV secolo; il Museo Pinacoteca, presso l’ex convento di San domenico, con opere pittoriche della scuola camerinese del XV secolo, l’importante tela “Madonna in Gloria e San Filippo Neri” di GianBattista Tiepolo e reperti archeologici di epoca romana (Piazza Costanti; orari: 10-13 e 16-19; Lunedì chiuso; tel. 0737-402310); la chiesa si San Venanzio eretta in forme gotiche ma in parte riedificata dopo il terremoto del 1799; la Rocca di cui restano i torrioni cilindrici ed il grande mastio quadrato.

fiastra

Abbazia cistercense di Fiastra

4°Giorno:

Abbazie del Maceratese. Numerose sono le abbazie costruite durante il Medioevo lungo la valle del Chienti.

Nella mattina si potranno ammirare: l’Abbazia di Santa Maria a Piè di Chienti o SS.Annunziata, in comune di Montecosaro, gioiello d’arte romanica, eretto nel IX secolo, uno dei massimi monumenti della regione con interno a tre navate e frammenti di affreschi dei secoli XIV e XV; San Claudio al Chienti, in comune di Corridonia, costruita in stile ravennate nei secoli VI e VII, con le caratteristiche torri cilindriche ai lati e divisa in due parti identiche, una terrena e l’altra superiore. Pranzo.

recanati

Recanati: Torre civica e statua di Leopardi

Nel pomeriggio, lungo la valle del Fiastra si può ammirare l’Abbazia cistercense di Fiastra, in comune di Tolentino, circondata da vasto bosco e con viale di pioppi cipressini: chiesa in stile romanico del secolo XII e bellissimo chiostro dei secoli XIV e XV (Abbazia di Fiastra; orari: 15 Giugno-15 Settembre 9-13 e 15-19, festivi tutto l’anno 10-12,30 e 15-17,30, chiuso Natale e Capodanno; per gruppi su prenotazione, tel. 0733-202942).

5°Giorno:

Recanati. Il suo nome è legato a quello di Giacomo Leopardi, che vi nacque e che vi ispirò. Fu pure patria di Beniamino Gigli.

Nella mattinata si potranno ammirare: la piazzuola del Sabato del Villaggio (orari: primavera e autunno 9-12 e 15-18; etate 9-12 e 15-19; inverno 9-12 e 15-17; tel.071-7573380); il Palazzo Leopardi; la biblioteca; il Colle dell’Infinito; la chiesa parrocchiale di S. Agostino del secolo XIII e trasformata nel secolo XVIII. Pranzo.

Pomeriggio visita della Pinacoteca e Museo Gigli (Piazza Leopardi; orari: 10-13 e 16-19; tel. 071-7587291); la torre del Comune o “Torre del Borgo” del secolo XII; la Villa Colloredo del secolo XVII dove si trovano diverse opere di Lorenzo Lotto (Villa Colloredo; orari: 10-13 e 16-19, Lunedì chiuso; tel. 071-7570410).

6°Giorno:

severino

San Severino Marche: il Castello di Montenero

 

San Severino Marche, la più ricca di monumenti della provincia, patria di Bartolomeo Eustachio (sec.XVI) e dei fratelli Jacopo e Lorenzo Salimbeni (sec.XV).

Mattina visita del Castello, sul vicino colle di Montenero, fondato dopo la distruzione da parte di Totila dell’antica città romana di Septempeda. Pranzo.

Pomeriggio visita del Duomo Vecchio dei secoli X e XI con il chiostro della fine del ‘400 e la torre comunale degli inizi del’300.

torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di del Comune di Potenza Picena dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali